it

Cosmobike a Verona: il programma del festival della bici

Eventi Cicloturismo

Cosmobike a Verona: il programma del festival della bici

L’evento da non perdere per gli appassionati di bici e per gli operatori del settore è il CosmoBike Show, in programma il 15 e 16 febbraio a Veronafiere.

L’obiettivo della kermesse è stupire ma anche educare il pubblico promuovendo la bici sia come protagonista della mobilità quotidiana sia come mezzo per la scoperta turistica del territorio, in un’ottica di sostenibilità e di rispetto per l’ambiente.

Abbiamo scritto stupire, non a caso infatti sono in programma performance acrobatiche, incontri con i campioni e test ride su circuiti mozzafiato. Inoltre i principali brand presenteranno i loro ultimi modelli e le tecnologie all’avanguardia.

Si tratta di un appuntamento trasversale rivolto sia ai ciclisti più esperti sia ai neofiti. L’obiettivo ambizioso è quello di superare i numeri raggiunti nella scorsa edizione: 32.000 visitatori, 183 aziende e marchi presenti, oltre 40 talk in due giorni e 2.500 test bike nella pista prova.

Tanti i player in campo, per esempio Ferrovie dello Stato, che si è posta l’obiettivo di dare impulso a un turismo sostenibile e dolce, integrando treno e bici come mezzi per la riscoperta dei territori e delle ricchezze paesaggistiche, storico-culturali ed enogastronomiche del nostro Paese.

Ulteriore obiettivo è quello di creare delle nuove greenways laddove alcune linee ferroviarie non più operative possono diventare degli spettacolari tracciati per riscoprire angoli suggestivi delle nostre regioni.

L’edizione 2020 vede confermata inoltre la partnership con La Gazzetta dello Sport, con oltre 40 eventi e talk show insieme ai grandi campioni del ciclismo passato e del presente.

Cosmobike a Verona: il programma del festival della bici

Il cicloturismo: un fenomeno da 7,6 miliardi di fatturato annuoFestival della Bici a Verona

Il ciclismo in tutte le sue declinazioni rappresenta un fenomeno di grandissima importanza dal punto di vista economico per il nostro Paese. Con 2.445.000 esemplari di bici prodotti nel 2018 – più 43 milioni di euro di fatturato rispetto al 2017 – l’Italia si conferma primo produttore di biciclette in Europa (fonte Ancma).

Ora oltre ad essere un Paese produttore di grandi bici dobbiamo diventare un Paese a misura di bici. Pedalare in sicurezza, oltre a far bene alla nostra salute e a quella del nostro pianeta, rappresenta un’importante leva strategica per lo sviluppo del turismo e dell’economia nazionale.

Il cicloturismo è un mercato in rapida e costante crescita in tutto il Vecchio Continente. Secondo gli ultimi dati Isnart in Italia vale 7,6 miliardi di euro, e conta 77,6 milioni di presenze, il 41% in più rispetto al 2013. Un mercato che in Europa crea un indotto da 44 miliardi di euro. Inoltre, valutando la ricaduta sul territorio, il cicloturista spende il 40% in più della media dei turisti di massa.

Il Green Road Award: l’oscar italiano del cicloturismo

Italian Green Road Award Verona

Purtroppo, anche se il numero di “vie verdi” e piste ciclopedonali aumenta, la maggior parte delle possibilità presenti in Italia restano ancora sconosciute.

Per questo CosmoBike Show in collaborazione con Viagginbici, continua il suo percorso organizzando la sesta edizione dell’Italian Green Road Award: l’iniziativa che premia i luoghi d’Italia che riescono a valorizzare le proprie risorse, rendendole accessibili anche a chi viaggia in sella ad una bici.

L’oscar italiano del cicloturismo, che verrà consegnato il 15 febbraio, nasce da un’idea di Ludovica Casellati, direttrice della rivista online Viagginbici.com e founder di Luxury Bike Hotels, con lo scopo di mettere in luce i migliori percorsi e i territori che sono riusciti a realizzare e valorizzare al meglio le vie verdi, con servizi in grado di consentire lo sviluppo del cicloturismo.

Renato di Rocco, Presidente della Federazione Ciclistica, premierà le ciclovie più belle d’Italia assieme al Presidente della Regione Veneto Luca Zaia.

Nelle candidature il centro-sud fa la parte del leone. Fra le altre, la Sicilia ha presentato un percorso tra i reperti archeologici di Agrigento. La Basilicata con un percorso ad anello per mountain bike che si snoda tra i calanchi e i borghi più belli della regione e la Puglia con il primo tratto della Ciclovia dell’acquedotto pugliese che quando sarà completata consentirà la scoperta di tutta la Valle d’Itria su due ruote.Cosa vedere al CosmoBike Show

Da segnalare anche la Campania con il progetto “Napoli obliqua” (recuperare, trasformare e ricollegare il sistema di scale e gradinate di Napoli) l’Abruzzo con la bike to coast e l’affascinante Costa dei Trabocchi. Nel Lazio c’è un percorso ad anello di 105 chilometri attraverso i borghi sabini, mentre l’Umbria è presente con due destinazioni, la Val Nerina e una parte della Spoleto-Norcia, e le Marche presenteranno un percorso lungo il fiume Tronto.

Per quanto riguarda le regioni settentrionali, la Liguria promuove un anello che dall’entroterra porta al mare, le provincie di Trento e Bolzano presentano una tra le ciclabili più adatte anche a percorsi in famiglia, facilmente raggiungibile anche grazie al servizio dell’intermodalità, mentre il Veneto propone la Treviso-Ostiglia che percorre il tragitto dell’antica ferrovia.

I premi in palio saranno tre, la giuria assegnerà poi una menzione speciale a una Via Verde per un’iniziativa, un evento o un particolare che la rende unica. I giornalisti presenti nella giuria avranno inoltre la possibilità di assegnare a una via Verde il Premio della Stampa.

Vi aspettiamo a CosmoBike allo stand H2 del Padiglione 11!
CosmoBike a Verona

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter per ricevere offerte imperdibili! Sarai il primo a scoprire quali sono gli gli ultimi hotel che abbiamo selezionato.